Salvatore Iacopino | TRA OTTOCENTO E NOVECENTO. La discendenza di Paolo Iacopino
Iacopino, Palizzi, Marino,, Genealogia, Prima Guerra Mondiale.
2213
post-template-default,single,single-post,postid-2213,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,transparent_content,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Storia di famiglia, Cap. 10. I discendenti di Paolo (1838-1895)

Storia di famiglia, Cap. 10. I discendenti di Paolo (1838-1895)

Tra Otto e Novecento

Cap. 10  TRA OTTOCENTO E NOVECENTO (La discendenza di Paolo)

Dopo aver seguito le vicende dei fratelli Paolo e Francesco Iacopino (seconda metà dell’Ottocento), veniamo alla generazione dei figli di entrambi (e così arriviamo al mio bisnonno).

Prima di seguire la discendenza di Francesco, su cui da qui in avanti  mi concentrerò in maniera quasi esclusiva (essendo egli il mio Trisavolo),  fornisco una parte delle informazioni di cui dispongo sui discendenti di Paolo, utili a chi volesse eventualmente approfondire questo ramo della famiglia, molti discendenti della quale si trovano oggi in Piemonte.

Discendenza di Paolo Iacopino

Paolo Iacopino (a.1895) morì  nella sua abitazione, sita in Palizzi, contrada (Tremilla?), la sera del 22 settembre 1895. Aveva cinquantasette anni.

Dei suoi dieci figli, quattro morirono da piccoli: Giuseppa nata del ’62; i due figli cui fu dato nome Francesco (nati rispettivamente nel’67 e nel ’79)  e infine Giovanni, nato nell’’83.

Della figlia Francesca, nata nel ’73, non so purtroppo nulla. Le altre due femmine erano Pasqualina (che l’11 luglio 1903 sposò il venticinquenne falegname Demetrio Antonino Assumma) Domenica (la quale il 26 agosto 1900, all’età di 20 anni, andò in sposa a Bruno Marino, di anni 25, calzolaio del paese. [Al momento del matrimonio la famiglia di Domenica risultava essere  residente in località  Vardari di Palizzi]. Domenica Iacopino e Bruno Marino avranno una figlia femmina, Francesca (in Fiumanò) e tre figli maschi: Sebastiano, Antonio, Domenico (in pratica, molti dei Marino oggi residenti a Palizzi Marina discendono da Domenica Iacopino).

 

Per quanto riguarda i figli maschi,

  • Bruno Iacopino, di Paolo, (classe 1886), cadde in guerra all’età di 32 anni. Soldato del 75° Reggimento Fanteria, morì il 21 agosto 1918 sul Carso, per le ferite riportate in combattimento.

 

  • Saverio Iacopino, di Paolo, (n. 1870), fabbro ferraio, il 13 gennaio 1901 sposò Anna Lingria, di Domenico, di anni 22. Pochi anni dopo, come molti altri Palizzesi, Saverio ebbe un’esperienza di emigrazione in America: sbarcò, infatti, a New York nel 1906. In seguito la famiglia stabilì la propria residenza alla Marina di Palizzi.

 

  • Vincenzo Giovanni Iacopino, di Paolo, (n.1875), fu soldato di leva (matric.322) nel 16° Reggimento Fanteria, presso il distretto Militare di Ravenna, dal febbraio 1896 al settembre 1897 e negli anni successivi richiamato più volte alle armi per istruzione nella Milizia Mobile del Distretto Militare di Reggio Calabria. Nel 1904, anche Vincenzo emigrò una prima volta negli Stati Uniti, destinazione New York, e poi ancora una seconda volta nel febbraio 1906. Il 19 gennaio 1905, Vincenzo sposò Ippolita Pangallo, dalla quale ebbe numerosi figli (la cui discendenza ho in parte ricostruito, ma che non riporterò in questa sede).

Dunque, malgrado l’elevato numero di figli, la discendenza di Paolo Iacopino a Palizzi, relativamente alla diffusione del cognome, si svilupperà attraverso i due figli maschi: Saverio e Vincenzo (non mi risulta, infatti, che l’altro figlio maschio, Bruno, si sia sposato e che abbia avuto dei figli, prima di morire sul Carso nel 1918, (anche se non posso escluderlo!). Potrei forse in seguito ricostruire più dettagliatamente l’albero genealogico dei discendenti di Paolo Iacopino in apposita Appendice.

Condividi su